Accesso utente

Ritratto di GeminiArles

guardi fuori e vedi quel blu che qualcuno definisce infinito ma che nella mente a volte ha confini ben tracciati, la linea dell'orizzonte sembra esserne uno...onde che inseguono altre onde, schiuma che si infrange su scogli, alcuni appena affioranti altri messi lì dalla natura altri ancora messi dall'uomo per arginare quell'eterno scavare che l'acqua può nei confronti di qualcosa di solido...onde che non si fermano mai, neanche quando il mare è calmo, c'è sempre un po' di quel movimento...qualcuno si fa cullare da quelle piccole onde altri cavalcano quelle più grandi, io continuo a non capire che non si fermeranno mai, come il mio animo sempre irrequieto sempre alla ricerca di qualcosa che ho già ma che non riesco a vedere...la linea dell'orizzonte se sali si sposta e quei confini non sono più tali e si spostano, fin dove l'occhio arriva ma ciò non vuol dire che siano quelli...
dovrei accettare che il mio animo è così...a volte apparentemente calmo, con piccole onde, altre con onde regolari pefette per una sessione di surf altre invece con onde imponenti e piene di schiuma...dovrremmo tutti accetarci per ciò che siamo e per quello che abbiamo...ma spesso il nostro essere vivi ci porta a sperimentare, voler capire conoscere per poter scegliere...per scegliere devi conoscere, per conoscere devi capire, per capire devi provare applicarti entrare in certe logiche...
Lei ha paura del mio giudizio, come se non sapesse che la adoro per il suo essere così...libera come il vento che non puoi afferrare...lo ammetto a volte ho paura di perderla, come quando stringi la sabbia asciutta tra le mani...forse adesso ha altre carte da giocare...ma l'asso che tiene nella manica, anche se scalpita  e brucia in quel polsino...sa che ogni carta va giocata al momento giusto...che a volte bisogna perdere per poter vincere...che al tavolo da gioco non sai mai come si può mettere, ma  quell'asso sa che arriverà il momento in cui sarà estratto con un movimento impercettibile ed il gioco sarà fatto! sarà una mano vincente, la più redditizia...
non puoi fermare la marea, non puoi cambiare il corso di alcuni eventi...puoi però far pace con te stesso, posso farlo con me stesso, perdonarmi per la mia imperfezione...accettarmi per quel che sono e concentrarmi un po' di più sulle cose concrete...guardare da punti più alti in modo da allontanare quella linea dell'orizzonte che poi non è altro che un limite degli occhi....(non si vede bene che con il cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi)